martedì 5 settembre 2006

“La sorella di Mozart” a Benevento - 16 luglio 2006

Piazza Federico Torre
Nell'ambito del festival Quattro notti

Lorenzo Bello e Rita Charbonnier
Renato Giordano, il direttore artistico di quello che in breve tempo è diventato uno dei maggiori Festival (di musica, teatro, danza, arte e letteratura) del Sud Italia, è uno dei miei più cari amici. E allora come faccio a parlare di questa specifica presentazione, e del Festival nel suo complesso, senza apparire un tantinello di parte?

Nella foto qui accanto, il pianista Lorenzo Bello che ha accompagnato la presentazione del mio romanzo La sorella di Mozart. Gino d'Anna ha animato il dibattito e Silvana Giordano ha letto alcuni brani del romanzo.

Mi fermo qui. Ma non prima di aver ringraziato i più stretti collaboratori di Renato Giordano: Assunta Maria Berruti, Linda Ocone, Mauro Orso.

5 commenti:

  1. ciao dottoressa charbonnier.... come stai sono mauro ... mi ha fatto molto piacere rivedere queste foto .. ti auguro tanta felicita ..un bacione grande grande

    RispondiElimina
  2. Mauro, come sei bello quando voli come i danzatori di Valerio Festi! Tanta felicità e un bacione anche a te,
    Rita

    RispondiElimina
  3. e allora non potevo non salutarti anche io...ciao rita! spero tu stia un pochino meglio, ma sai a noi donne forti e coraggiose, nessuna gastrite o protusioni al collo potranno mai distruggerci...un bacione e in bocca al lupo per tutto! assunta

    RispondiElimina
  4. Ciao Rita,
    Deve essere stata una bellissima presentazione...Come sempre...^__^

    Ti abbraccio forte..il mio viaggio e' stato un dolce volo nell'azzurro cielo...Da rifare!

    Giglio.

    RispondiElimina
  5. Crepi il lupo, Assunta, ricambio l'abbraccio, e in bocca al lupo per tutto anche a te! E' vero, siamo più forti dei nostri malanni, anche perché siamo state noi stesse a procurarceli...

    Grazie del messaggio, Giglio, e sono felice che il tuo viaggio sia andato bene, anche perché so che si è svolto in luoghi mozartiani!

    RispondiElimina