sabato 16 agosto 2008

“Les Misérables” (I miserabili), il musical

Sul podcast della Radio Svizzera in lingua italiana è possibile ascoltare altri due miei interventi sugli spettacoli di Broadway, all'interno del programma Ridotto dell'Opera di Giorgio Appolonia.

Questa volta si tratta di Les Misérables, uno dei musical di maggior successo di tutti i tempi. Il mio intervento è diviso in due parti. La prima è già ascoltabile a questo indirizzo: bisogna scorrere fino alla sezione "Lingua, letteratura e arte" e cliccare sull'ascolto di Ridotto dell'Opera. La puntata in questione è quella del 02.08.08; s'intitola "Dalla gondola alla Scala" e inizia con una piacevole intervista a una coppia di cantanti lirici, Chiara Angella e Silvio Zanon; poi, a 23'30", arriva il musical. La seconda parte dei Misérables andrà invece in onda all'interno della puntata del 16.08.08, dal titolo "Musicisti da strapazzo e storie di ordinaria miseria", sul podcast da lunedì, a partire dal sesto minuto di trasmissione.

Il più importante musical francese
E' stato composto nel 1980 da Claude-Michel Schönberg su un libretto di Alain Boublil. È tutto cantato, privo di dialogo, e in questo è molto simile a una vera e propria opera. Ha debuttato a Parigi nel 1981, a Londra nel 1985 e a New York nel 1987. A Londra è tuttora in scena ed è il musical che ha raggiunto il maggior numero di rappresentazioni della storia.

Nel West End (ovvero nei maggiori teatri londinesi) e a Broadway la riuscita di uno spettacolo si misura in termini di numero delle rappresentazioni: a Londra quelle dei Misérables sono ormai più di 9.000 e a New York sono state per la precisione 7.176. Io l'ho visto a New York oltre 10 anni fa, prima che lo togliessero, e ho pianto tutte le mie lacrime.

Les Mis, pronunciato "Leimìs", come lo chiamano confidenzialmente gli americani (la prima volta che lo sentii dire da un giovane regista newyorkese pensai: ma che significa?) è basato sul capolavoro di Victor Hugo, il romanzo I Miserabili. I personaggi principali sono Jean Valjean, un galeotto scappato dalla prigione che è costretto ad inventarsi un’identità fittizia, e l’ispettore di polizia Javert, l'antagonista, ossessionato dall’idea di metterlo in prigione.

Dove vederlo
Se avete in progetto un viaggio a Londra, io una puntatina a vedere questo spettacolo la farei. Cercate il botteghino TKTS a Leicester Square, dove sono messi in vendita a metà prezzo i biglietti per gli spettacoli del giorno stesso, e aggiudicatevi una buona poltrona di platea. E portatevi una scorta di fazzoletti di carta.

1 commento:

  1. Grazie,molto carino, ce l'ho perfino fatta ad ascoltare il podcast

    RispondiElimina