lunedì 6 aprile 2009

“La strana giornata di Alexandre Dumas”: video trailer!



Da domani, 7 aprile, il mio secondo romanzo, La strana giornata di Alexandre Dumas (Edizioni Piemme) sarà in libreria.

Dalla scheda di presentazione dell'editore:

Dopo aver ascoltato le confidenze di un’indovina che dice di essere l’unica vera erede al trono di Francia, ingiustamente usurpato da Luigi Filippo I d’Orléans, Alexandre Dumas capirà che il suo destino è scrivere romanzi.

Una storia appassionante e magica che cattura la vera essenza di un’epoca attraverso un personaggio di grande fascino e suggestione.

Il protagonista del libro è Alexandre Dumas padre. Lo scrittore incontra una cartomante di nome Maria Stella, che si scoprirà essere la “marchesa di Modigliana”: colei che rivendicò di essere figlia di Luigi Filippo Giuseppe d’Orléans, vittima però di uno scambio nella culla.

La vicenda della “marchesa di Modigliana” (paese vicino a Faenza dove sarebbe avvenuto lo scambio di neonati) è uno degli aneddoti più curiosi e conosciuti della storia di Francia, tanto che lo stesso Dumas si occupò della vicenda proprio nelle sue memorie.

Rita Charbonnier ricostruisce le personalità dei due protagonisti in modo molto efficace dando vita ad una storia appassionante e magica che cattura la vera essenza di un’epoca attraverso un personaggio di grande fascino e suggestione.

3 commenti:

  1. Cara Rita,
    un grosso in bocca al lupo per il nuovo libro! sono moolto curiosa! Avendo letto il tuo primo, che ho adorato, so già che mi piacerà... mi è piaciuto molto il tuo stile così fluido, così delicato e nello stesso tempo appassionato, e la tua capacità di rendere così veri i personaggi nei loro sentimenti...
    ebbene... non vedo l'ora di avere il nuovo romanzo tra le mani!
    Intanto un abbraccio e a presto,
    Roberta Paci

    RispondiElimina
  2. Grazie di cuore, Roberta, e viva il lupo!

    RispondiElimina
  3. Anch'io comprerò, senz'ombra di dubbio, il tuo libro molto volentieri. Ho letto l'intervista che ti fanno e mi sembra un argomento molto accattivante.

    RispondiElimina