domenica 5 luglio 2009

“La strana giornata di Alexandre Dumas”, presentazione: Bologna, mercoledì 8 luglio

Sono in arrivo tre presentazioni de La strana giornata di Alexandre Dumas: Punta Marina Terme (martedì 7 luglio), Bologna (mercoledì 8) e Pavia (giovedì 9).

A Bologna l’appuntamento è presso il Mondadori Multicenter, Via Massimo D’Azeglio 34/a, mercoledì 8 luglio alle ore 18.00.

Interverranno Maria Cristina Savioli e Luigi Rivola. La presentazione si svolgerà nella bellissima piazzetta antistante la torre medievale, che è inglobata nella libreria: una sorta di salotto all’aperto.

Parleremo anche di astrologia. Nel romanzo, infatti, Dumas padre trascorre un’intera, strana giornata in compagnia di un’astrologa che analizza il suo tema natale. La chiromante, di nome Maria Stella, si scoprirà essere la “marchesa di Modigliana”: un’eccentrica signora che nel primo ’800 rivendicò di essere figlia di Louis Philippe Joseph “Egalité” d’Orléans (cugino del re Luigi XVI), vittima però di uno scambio nella culla.

Perché l’astrologia? Ho pensato al tema natale come a una rappresentazione simbolica del codice genetico.

Secondo alcuni biologi la personalità, e persino il destino, di ognuno di noi sono quasi del tutto ereditari. L’astrologia sostiene qualcosa di simile: in entrambi i casi la personalità è considerata in relazione a una predisposizione. Nel romanzo si parla di uno scambio di neonati, ci si chiede come si formi la personalità e se esista un destino. Non credo esista un approccio a tutto questo più efficace di quello astrologico.

Nella realtà, inoltre, Alexandre Dumas era solito recarsi da un’astrologa di nome Madame Desbarolles. Scrisse anche un romanzo intitolato L’horoscope (L’oroscopo): storia di una drammatica predizione e del suo graduale svelamento.

Tra breve ricorrerà il compleanno di Dumas, che nacque il 24 luglio 1802 alle 05.30 del mattino, come lui stesso rivela nel primo capitolo delle sue Memorie. Quale migliore occasione per accostarsi alla figura di un uomo straordinario, che ebbe una vita più avventurosa di quelle dei suoi personaggi? Vi aspetto!

Foto di apertura: Chiara Marra.

Nessun commento:

Posta un commento