lunedì 3 agosto 2009

Il musical “Evita” di Andrew Lloyd Webber, sulla vita di Eva Perón

E’ tempo d’estate anche per il programma di Giorgio Appolonia Ridotto dell’opera, in onda sul secondo canale della Radio Svizzera in lingua italiana. Quindi, tra una cabaletta, una disquisizione sul personaggio di Penelope e una trattazione scientifica sulle possibilità della voce umana, si crea la possibilità di parlare di un argomento più “leggero”: il musical.

Avevo già annunciato sul sito che sarebbero presto andate in onda alcune altre mie chiacchierate con Giorgio sull’argomento. Abbiamo cominciato da Evita, il celebre musical dal quale nel ‘96 è stato tratto un film di grande successo, con la regia di Alan Parker e Madonna e Antonio Banderas nei ruoli principali. La chiacchierata include diversi ascolti musicali e si sviluppa nell’arco di 3 puntate. Le trovate tutte in podcast a questo indirizzo; a metà pagina, nella sezione “Lingua, letteratura e arte”, c’è il box di Ridotto dell’opera. Le puntate interessate sono, nell’ordine:

* 11.07.09 – Paola Gassman interpreta Penelope
* 18.07.09 – Barocchi concerti
* 25.07.09 – Franco Fussi, convegno foniatrico a Ravenna.

Le musiche di Evita sono di Andrew Lloyd Webber e il testo è di Tim Rice. La prima rappresentazione teatrale si ebbe a Londra nel 1978, con Elaine Page nel ruolo del titolo. La prima a Brodway fu nel 1979, con Patti LuPone. Nel 2006 il musical è stato ripreso a Londra, ma è rimasto in scena meno di un anno.

La storia
Evita è liberamente ispirato alla biografia di Eva Perón, nata Duarte, seconda moglie del presidente argentino Juan Domingo Perón. L’incredibile parabola esistenziale di questa donna è nota: nacque in una famiglia modesta, quarta figlia naturale di un piccolo proprietario terriero e della sua cuoca. Quando il padre morì, la famiglia precipitò nella miseria finché la madre non si legò ad un uomo politico. A 15 anni Evita abbandonò la provincia, andò a vivere a Buenos Aires e divenne un’attrice nota, forse anche grazie ad una sua relazione col cantante di tango Augustìn Magaldi. Poi conobbe il politico Juan Domingo Peròn, i due iniziarono una relazione, si sposarono e divennero popolarissimi; guidarono in coppia l’Argentina per anni. Lui ne fu presidente (dal 1946), lei creò il Partito Laburista Femminile e si fece protettrice dei più poveri, promuovendo la costruzione di scuole ed ospedali. D’improvviso si ammalò di cancro e morì a soli 33 anni, osannata e pianta da un intero popolo.

Il musical ripercorre la vita di questa donna, mostrando la venerazione di cui è stata oggetto e anche l’atteggiamento critico di un personaggio che fa da narratore, un’altra grande figura simbolica: Ernesto Che Guevara.

Nessun commento:

Posta un commento