martedì 12 aprile 2011

Roma: le “scene di luce” di Livia Cannella ai Fori Imperiali

Foto di Livia Cannella
Oggi apre i battenti, e durerà fino al 18 settembre, una grande mostra su Nerone allestita all’interno dell’Area Archeologica Centrale della capitale (ingresso da Via dei Fori Imperiali, di fronte a Largo Corrado Ricci). L’organizzazione (curata dalla Soprintendenza Speciale per i Beni Archeologici in collaborazione con Electa) ha voluto dare una dimensione territoriale al racconto del discusso imperatore, disseminando i vari aspetti delle sue vicende umane e storiche in siti diversi dell’immenso, e sempre stupefacente per il visitatore, bacino archeologico.

Tra i luoghi coinvolti, la Curia Julia ha una doppia funzione: oltre a contenere l’esposizione di sculture e ritratti di epoche diverse che raffigurano Nerone e i suoi familiari, dopo il tramonto accoglie le “apparizioni” degli stessi personaggi nella forma di scenografie luminose, elaborate per integrarsi al paesaggio e regalare alla città una suggestiva, inconsueta visione dei fori.

Autrice dell’installazione è Livia Cannella, che ha realizzato numerosi interventi di valorizzazione scenografica dei luoghi monumentali. Già a Villa Adriana a Tivoli (in concomitanza con una delle edizioni de Le memorie di Adriano interpretate da Giorgio Albertazzi) e presso i Mercati Traianei (in occasione dell’ultima edizione della Notte dei Musei) il linguaggio delle proiezioni scenografiche ha espresso un felice connubio tra il paesaggio archeologico e le immagini di luce, vere “apparizioni” fuse alle superfici dei monumenti, con l’intento di amplificarne la densità espressiva.



Questa circostanza, a differenza dagli eventi precedenti, ha una lunga durata: le proiezioni accompagneranno la mostra fino alla sua chiusura, a settembre. E sono perfettamente visibili, e godibili, da chi transita su Via dei Fori Imperiali.

Livia Cannella.
Foto di Graziano Piazza
Livia Cannella, architetto e artista, vive e lavora a Roma. A partire dallo spazio teatrale, ha progressivamente trasferito nello spazio pubblico, attraverso i linguaggi della luce e delle proiezioni scenografiche, la propria ricerca artistica mirata all’ esplorazione del rapporto tra i luoghi, la rappresentazione spettacolare e la comunicazione visiva.

Nell’ambito di questo percorso, prevalentemente incentrato sulla valorizzazione del patrimonio culturale, ha realizzato allestimenti in molti siti monumentali dell’area romana, tra cui il Colosseo, Palazzo dei Conservatori in Campidoglio, i Mercati Traianei presso i Fori Imperiali, la Fontana di Trevi, Villa Borghese, Villa Medici, Castel Sant’Angelo, la Basilica di Santa Maria Sopra Minerva, Santa Maria in Aracoeli, oltre a Villa Adriana a Tivoli, all’Archäologisches Museum a Francoforte (video sopra) e Piazza San Silvestro per la Notte Bianca (video qui sotto).

La crescente esperienza è stata resa possibile anche dalla disponibilità delle istituzioni a sperimentare linguaggi espressivi capaci di accrescere la sensibilità nei confronti del paesaggio urbano e la conoscenza del nostro patrimonio storico-monumentale.



L’allestimento delle scene di luce è affidato alla direzione tecnica di Stefano Lattanzio e le attrezzature di proiezione sono di Art Sound s.r.l. Altre informazioni sulla mostra: Repubblica, Ultime Notizie Flash, Arskey, 06blog. Consigliatissimi sia la mostra (anche recandosi appositamente a Roma), sia il passeggio serale su Via dei Fori Imperiali (idem).

Nessun commento:

Posta un commento