sabato 23 luglio 2011

L’occupazione del Teatro Valle di Roma: storia fotografica

Da Facebook, riporto un commento appena lasciato da una degli oltre 11.000 (al momento) sostenitori l’occupazione del Teatro Valle:

Oggi pomeriggio sono stata al Teatro Valle occupato. Nel foyer ci sono le foto di Pina Bausch e dei suoi più importanti danzatori Malou Airaudo e Dominique Mercy, i ragazzi lavorano, scrivono, pensano, si stancano e sorridono, il teatro è perfettamente pulito ed in ordine, si preparano serate, spettacoli ed assemblee e nonostante l'afa che c'è ovunque lì si respira l'aria più fresca che abbia mai sentito ultimamente.

Sottoscrivo. Negli ultimi giorni mi sono ritrovata spesso al Valle, sia nel pomeriggio, per dare, come posso, una mano sulla comunicazione in rete (per questo ho trascurato il blog…) sia la sera, per assistere agli spettacoli. Come ho già avuto modo di dire, è una cosa che ha veramente un senso. Non mi dilungherò sull’occupazione in sé, sulla quale potete trovare un gran numero di articoli in rete, tutti o quasi elencati sul sito ufficiale degli occupanti (ne ha parlato anche il New York Times); anche la blogosfera ne ha molto parlato; mi limiterò a proporvi un video, molto bello, che racconta la straordinaria esperienza attraverso le immagini dei tanti fotografi che frequentano il Valle da 40 giorni a questa parte.

Dopo alcuni secondi, su un brano musicale di Diego Buongiorno, composto dal musicista per sostenere l’occupazione, sentirete una voce maschile: quella di Piero Calamandrei. È un discorso che il grande giurista tenne per gli studenti universitari di Milano nel 1955. Ne trovate una trascrizione qui. (Un altro famoso discorso di Calamandrei si trova, su questo blog, qui). Lo stesso video si può vedere, sul sito ufficiale dell’occupazione, su questa pagina.



Foto di apertura dalla pagina Facebook del Teatro Valle Occupato.

Nessun commento:

Posta un commento