martedì 20 settembre 2011

Leggevamo quattro libri al bar, fino a domenica 25 in tutta Italia

puuikibeach @flickr
Ieri è iniziato il festival diffuso della lettura condivisa a voce alta, ideato e promosso da L’Arte del Vivere con Lentezza Onlus (presieduta da Bruno Contigiani), ormai alla quinta edizione. È una bella occasione per raccontare e raccontarsi attraverso un libro, riassaporando il gusto di stare insieme nei bar delle nostre città, da sempre luoghi di incontro di uomini e culture (e bestie strane, a giudicare dalla foto). Siete ancora in tempo per organizzare la vostra serata di letture nella vostra città, proponendo brani dei libri che vi hanno fatto pensare, sognare o magari che avete scritto, offrendo la possibilità alle persone di incontrarsi, conoscersi e svelarsi attraverso la letteratura. Riscopriremo così il valore sociale delle botteghe e il valore delle piccole azioni di aggregazione sociale, che conducono a grandi cambiamenti.

La forza dell’iniziativa è nella Rete: dalle 30 adesioni dell’edizione 2007 le proposte si sono moltiplicate, creando angoli di città affettuosi, perché improntati alla coesione sociale. Mettete in campo la vostra creatività, date il via libera alla fantasia! Sul sito di Vivere con Lentezza trovate le adesioni pervenute finora da tutta Italia. Al momento, a Roma sono in programma quattro incontri, uno dei quali (il secondo) mi riguarda:

Giovedì 22 dalle ore 19 al bar “Mezzo Pieno”, Largo Pannonia 15-16 (Porta Metronia), Roma. A cura di Maria Giordano.

Letture, intervallate da musica soft, di brani scelti dai partecipanti: si alterneranno a leggere persone comuni, scrittori, giornalisti.
 Il bar Mezzo Pieno è un simpatico luogo pieno di famiglie del posto, anche centro di aggregazione nel quartiere, situato su un’isola pedonale con panchine per tutti e una solidarietà discreta ma molto affettuosa. È previsto anche uno scambio e regalo di libri. Un’occasione per stare insieme e provare a vivere con lentezza e allegria.

Venerdì 23 dalle ore 18,30 al Bar Vitali, via Lorenzo Valla 38 (Monteverde Vecchio), Roma. A cura di Rita Charbonnier, Silvia Longo e Mario Vitali.
Vi invitiamo a raggiungerci nel cuore di un quartiere della capitale non distante dal centro e che anzi, secondo i canoni moderni, potremmo definire centrale; fino a non molto tempo fa, però, era considerato un paesino di provincia e i suoi abitanti non dicevano “vivo a Roma”, ma “vivo a Monteverde”.
Venite a leggere con noi i brani dei vostri libri più amati! (Non volete leggere ad alta voce? Potete ascoltare le letture degli altri: va bene lo stesso.)
Si può leggere qualunque cosa, dalla narrativa alla saggistica alla divulgazione scientifica alla poesia, senza alcuna restrizione tematica. Ognuno avrà a disposizione 5 minuti per condividere il suo brano con gli altri. Sarebbe opportuno che chi vuol leggere arrivasse sul posto qualche minuto prima, in modo che possiamo concordare l’ordine degli interventi. Chi lo desidera può anche prenotarsi mandandomi una email tramite la pagina contatti del mio sito (qualcuno l’ha già fatto).
La serata è stata anche annunciata sul sito La Voce di Monteverde.

Sabato 24 dalle ore 17 nel giardino della Magnolia all’interno della Casa Internazionale delle Donne, via della Lungara 19 (Trastevere), Roma. A cura di Associazione Quinoa e BioBioBar.
Nell’ambito del pomeriggio di letture, ogni intervento non dovrebbe superare i 10 minuti, massimo 15. Per motivi organizzativi sarebbe consigliabile l’iscrizione di chi desidera leggere, da inviare per email ad amici@associazionequinoa.it.

Domenica 25 settembre dalle ore 11,00 presso il bar “L’oca Giuliva”, via Orazio Vecchi 10 angolo V.le di Castel Porziano (Infernetto), Roma. A cura di Daniela Mancini.
C’è un racconto, un brano di un saggio o di un romanzo, una poesia o una frase che vi hanno fatto pensare, ridere, piangere, sognare?
 Venite a condividerlo con altri appassionati di libri, sempre in cerca di nuovi spunti! 
Naturalmente si può anche partecipare con il semplice ascolto e con un po’ di chiacchiere in allegria.

Nessun commento:

Posta un commento