“La sorella di Mozart” a Roma - 25 gennaio 2006

Libreria Bibli

Una presentazione memorabile: perché la prima, perché la più temibile, perché quella dall'esito meno prevedibile. Perché introduceva Mirella Serri, docente universitaria, giornalista e storica, nonché autrice del saggio I Redenti. Perché erano presenti i miei più cari amici, qualcuno imbottito di antibiotici, qualcuno avendo affidato la prole a una baby sitter rimediaticcia, qualcuno con una rosa rosa in mano...

Memorabile perché due amici musicisti, Alessio Mancini (flauto) e Tiziana Polletta (pianoforte) avevano preparato un gruppetto di allieve (bravissime) perché suonassero brani di Wolfgang Amadeus Mozart. Ecco il programma:

* Danza Germanica in Re Maggiore (pianoforte e flauto)
* Minuetto dal Divertimento K 229 (pianoforte e flauto)
* Fantasia in Re Minore KV 397 (pianoforte).

Ed ecco i nomi delle ragazze: Margherita Botto, Elisabetta Guarnieri, Cecilia Sciarretta, Anna Clara Tamburrelli. Grazie ancora a tutte loro, e grazie ai loro insegnanti.

Le copie in vendita sono finite subito, e qualcuno è venuto da me a lamentarsene... per poi rubare, sì, rubare la copia di Mirella Serri dal tavolo di conferenza! Questa, forse, è la cosa più memorabile.

Grazie a Tony Zecchinelli per la foto, riproducibile purché sia citato il suo nome.

Etichette: