8 marzo 2008: due volte cent'anni (forse)

Un momento del corteo a Roma
Alla fine della scorsa settimana si sono celebrati due centenari molto diversi: quello del rogo in una fabbrica di New York che provocò la morte di oltre 100 operaie (8 marzo 1908), e quello della nascita di Anna Magnani (7 marzo 1908).

Il primo dei due, però, è molto probabilmente un errore giornalistico tutto italiano. Infatti, non è affatto accertato che la Giornata Internazionale della Donna prenda origine da quel terribile evento, sul quale non esistono notizie certe; un grave incidente industriale a New York, l'incendio della fabbrica Triangle, ebbe luogo in realtà il 25 marzo di 3 anni dopo, e i morti (146) non erano tutte donne. Questo è un sito americano, interessante e ben documentato, dedicato alla tragedia.

Comunque sia, l'8 marzo resta una data di fondamentale importanza, e io sono lieta di essere riuscita a trascinarmi fino al corteo che si è svolto a Roma nel pomeriggio, nonostante fossi in pieno attacco di gastrite. E' stato bello veder sfilare pacificamente migliaia di persone, donne, uomini, ragazze, anche bambine, che venivano da tutta Italia. Non mi sembra peraltro che i media abbiano dato all'evento la risonanza che meritava.

Riguardo ad Anna Magnani, o Nannarella, ho scoperto di recente un blog dedicato a lei. Gli autori hanno creato anche un bel montaggio delle più famose sequenze cinematografiche che l'hanno vista protagonista, di canzoni e di immagini fotografiche: eccolo a voi. (Questo è il link diretto alla pagina di YouTube).

Aggiornamento. Il video è stato rimosso da YouTube: ecco un'alternativa.

Etichette: